ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Rugby. Nuova Zelanda-Australia: una finale anticipata

Lettura in corso:

Rugby. Nuova Zelanda-Australia: una finale anticipata

Dimensioni di testo Aa Aa

Scontro tra titani questa domenica a Auckland per la semifinale dei mondiali di rugby, una finale anticipata come l’hanno definita in molti.

La Nuova Zelanda scenderà in campo senza i mediani d’apertura Carter e Slade e senza l’ala Muliaina. Non sarà in piena forma il capitano Richie McCaw, che soffre al piede destro in seguito all’operazione subita a febbraio. Gli All Blacks sfruttano il fattore campo.

“E’ fantastico giocare davanti a 60mila persone di cui la maggior parte tifa per te”, dice McCaw. “In circostanze del genere ogni giocatore vuole scendere in campo per dare il meglio”.

L’Australia, vincitrice sulla Nuova Zelanda lo scorso agosto nel tre-Nazioni, vuole togliere agli All Blacks la soddisfazione di innalzare la coppa del mondo dopo 24 anni di attesa. I Wallabies saranno privi di Kurtley Beale che ha un problema al ginocchio.

“Ovviamente è una delusione per lo stesso Kurtley”, afferma James Horwill. “Ha lavorato molto duro per fare in modo di esserci. Ci siamo allenati tutta la settimana senza di lui per cui siamo preparati questa situazione”.

La Francia, già qualificata, aspetta dunque di sapere chi sarà il suo avversario. Il quindici di Lievremont ha battuto di misura il Galles per 9 a 8.