ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Indignati: protesta si trasforma in guerriglia a Roma

Lettura in corso:

Indignati: protesta si trasforma in guerriglia a Roma

Dimensioni di testo Aa Aa

Nel giorno dell’indignazione mondiale, la protesta pacifica si trasforma in guerriglia a Roma. La capitale è stata messa a ferro e fuoco da bande di tepppisti che si sono infiltrate nel corteo pacifico di decine di migliaia di persone, arrivate da tutta Italia. I feriti sarebbero decine, sia tra le forze dell’ordine che tra i manifestanti. Una persona sarebbe in gravi condizioni.

Da Piazza San Giovanni – storico luogo di manifestazioni sindacali e democratiche – la battaglia si è propagata ad altre aree di Roma, diventate anch’esse teatro di violenza e devastazione. Sono stati dati alle fiamme cassonetti e veicoli, incluso un blindato dei Carabinieri. I militari all’interno del mezzo sono riusciti ad uscire incolumi. Sono stati presi di mira anche luoghi religiosi, inclusa una parrocchia, dove sono stati distrutti alcuni arredi sacri.

Usando idranti e lacrimogeni, le forze dell’ordine hanno caricato i violenti, che hanno lanciato contro di loro sanpietrini e oggetti, seminando il panico tra i manifestanti pacifici, che in alcuni casi si sono trovati intrappolati nella guerriglia.