ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Spagna contesta downgrading S&P

Lettura in corso:

Spagna contesta downgrading S&P

Dimensioni di testo Aa Aa

La Spagna sembra destinata a non centrare i suoi obiettivi di crescita e di riduzione del deficit quest’anno. E’ il giudizio di molti analisti, mentre Standard&Poor’s ha abbassato da AA ad AA- il rating del Paese. L’agenzia giudica incerte le prospettive di crescita e ritiene probabile un ulteriore deterioramento del sistema finanziario, che dovrà affrontare “rischi crescenti”.

Il rapporto tra deficit e PIL migliora, ma non abbastanza. Il 9% fatto registrare nei primi 6 mesi del 2011 fa presumere che l’obiettivo di un maggiore contenimento non possa essere raggiunto entro fine anno.

Ma il ministro dell’economia Elena Salgado contesta la valutazione: “Pensiamo che l’agenzia di rating non abbia tenuto conto della nostra riforma del mercato del lavoro. Abbiamo sempre detto che questa riforma ha bisogno di un po’ di tempo per mostrare i suoi effetti perché è una riforma profonda.”

Per ora la disoccupazione, stimata al 21% – il tasso più alto d’Europa -, rimane il problema principale, cui si affiancano la fine del boom immobiliare e la stagnazione dell’economia. Un insieme di fattori che fa prevedere una batosta elettorale, il 20 novembre, per il partito socialista al governo.