ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tristane Banon continuerà la sua battaglia

Lettura in corso:

Tristane Banon continuerà la sua battaglia

Dimensioni di testo Aa Aa

La procura di Parigi ha archiviato l’inchiesta sulla presunta aggressione di Dominique Strauss Kahn ai danni della scrittrice francese Tristane Banon. I fatti, caduti in prescrizione e raccontati nello scorso luglio, risalgono al 2003. La donna rifiuta però di arrendersi e continuerà la sua battaglia giudiziaria costituendosi parte civile. Strauss Kahn si è sempre dichiarato innocente.

“Si tratta di un atto di giustizia ovvio. Non ci sono elementi per stabilire che i fatti raccontati da Tristane Banon siano avventuti come lei raccontò. Quindi sono fatti immaginari”, ha dichiarato Henri Leclerc, avvocato di Dominique Strauss Kahn.

La scrittrice li ha raccontati nel suo libro “Il ballo degli ipocriti”, uscito nelle librerie francesi, in cui racconta la sua versione senza però citare mai espressamente il nome di Strauss Kahn.

“L’accusa ammette chiaramente che Strauss Kahn è un predatore sessuale … Posso dirvi che se Tristane Banon avesse sporto denuncia verso il 2005, 2006, Strauss Kahn sarebbe stato processato e condannato”, ha detto David Koubbi, difensore di Tristane Banon.

L’ex Direttore del Fondo monetario internazionale rimane oggetto di una procedura civile negli Stati Uniti, dopo essere stato arrestato nel maggio scorso, mentre era su un aereo in partenza per Parigi. Una cameriera di un hotel di Manhattan lo aveva accusato di aggressione sessuale.