ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Israele: Shalit presto libero, la gioia dei familiari

Lettura in corso:

Israele: Shalit presto libero, la gioia dei familiari

Dimensioni di testo Aa Aa

La famiglia festeggia l’accordo che riporta a casa il soldato israeliano Gilad Shalit, ostaggio a Gaza dal 2006, presto libero in cambio di mille prigionieri.

Il padre Noam e la madre Aviva lasceranno quella tenda davanti alla residenza del premier israeliano dove avevano promesso di restare fino al rilascio del figlio.

“Questo è un giorno simbolico”, ha detto Noam Shalit, “in cui il governo israeliano è riuscito dopo più di cinque anni, 1935 giorni duri e 1935 lunghe notti, a riportare a casa Gilad, nostro figlio”.

L’esecutivo Netanyahu si è riunito d’urgenza e a larga maggioranza ha ratificato l’accordo che giudica equilibrato e senza rischi eccessivi.

L’intesa con Hamas, mediata dall’Egitto, suscita però reazioni contrastanti in Israele: oltre alla gioia, ci sono anche le proteste e il timore che sia un pericoloso precedente e porti altro sangue.

Il caporale, che dovrebbe essere rilasciato nel giro di qualche giorno, è stato sequestrato a 19 anni da un commando palestinese nel sud di Israele, al confine con la Striscia di Gaza.