ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Ucraina: UE delusa per condanna Timoshenko


Ucraina

Ucraina: UE delusa per condanna Timoshenko

Il processo a Iulia Timoshenko si chiude con una condanna a 7 anni, come chiesto dall’accusa. Per la corte di Kiev, l’ex primo ministro ucraino ha effettivamente abusato del suo potere nel 2009, quando approvò forniture di gas russo a prezzi elevati senza consultare il governo. Dovrà risarcire la società nazionale del gas per circa centoquaranta milioni di euro e subirà l’interdizione dai pubblici uffici per altri 3 anni.

Timoshenko, che dopo essere stata protagonista della Rivoluzione Arancione, dovrebbe quindi uscire dalla scena politica del suo Paese per il prossimo decennio, ha reagito interrompendo la lettura della sentenza per dichiarare che in Ucraina c‘è una dittatura e preannunciare che ricorrerà alla corte di giustizia europea.

La sentenza avrà ripercussioni internazionali. La Commissione europea ha subito espresso disappunto per la condanna, che, secondo l’alto rappresentante per gli affari esteri Catherine Ashton, può avere ‘‘conseguenze importanti’‘ nelle relazioni tra l’Unione e Kiev.

Bruxelles potrebbe mettere in discussione la futura integrazione europea dell’ex repubblica sovietica. In forse anche la realizzazione di una zona di libero commercio tra l’Unione e l’Ucraina, che avrebbe dovuto rappresentare un’alternativa all’ingresso di Kiev nell’Unione doganale con Russia, Kazakhstan e Bielorussia.

————-

> Russia critica sentenza contro Timoshenko
> Verdetto Timoshenko: l’UE è profondamente delusa
> Condannata Tymoshenko, le reazioni in Ucraina
> Timoshenko tra luci e ombre
> Kiev, migliaia in piazza per Iulia Timoshenko
> Le ripercussioni politiche della sentenza Tymoshenko

Prossimo Articolo

mondo

Egitto: scontri al Cairo, si teme per transizione politica