ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Myanmar libera migliaia di prigionieri

Lettura in corso:

Myanmar libera migliaia di prigionieri

Dimensioni di testo Aa Aa

Myanmar annuncia un’amnistia. A partire da domani verranno liberati oltre 6.300 detenuti, ma non si sa quanti di loro facciano parte dei 2100 prigionieri politici di cui l’Occidente chiede la scarcerazione.

L’ex generale Thein Sein, diventato presidente a marzo, dopo lo scioglimento della giunta militare, è impegnato a mostrare al mondo segnali di cambiamento nel Paese, che, pur se ricco di risorse, non può beneficiare di investimenti stranieri a causa delle sanzioni internazionali.

Per revocare queste misure, Stati Uniti e Unione europea hanno posto come condizione il rilascio dei prigionieri politici. Nel maggio scorso erano stati liberati altri 14 mila detenuti, ma l’opposizione aveva considerato la decisione come un gesto di facciata per migliorare l’immagine della ex-Birmania.

Recentemente il presidente ha avviato un dialogo con Aung San Suu Kyi, rilasciata lo scorso novembre dopo sette anni di arresti domiciliari. I media birmani sono ora autorizzati a dare notizie sulle attività della leader dell’opposizione.