ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nuova Zelanda, marea nera sporca le coste del nord

Lettura in corso:

Nuova Zelanda, marea nera sporca le coste del nord

Dimensioni di testo Aa Aa

Il petrolio sporca le spiagge incontaminate del nord neozelandese.

Da Wellington, il governo mobilita l’esercito per fronteggiare l’emergenza, peggiorata dall’arrivo di una tempesta che ostacola le operazioni intorno alla petroliera Rena incagliata da mercoledì scorso.

Il cargo liberiano, 1700 tonnelllate di petrolio a bordo di cui venti già fuoriuscite in mare, mette a a rischio tutta la baia di Plenty e la barriera corallina di Astrolabe, 22 chilometri al largo di Tauranga.

“Le persone migliori al mondo stanno lavorando duramente in condizioni difficili”, ha detto Stuart Crosby, sindaco della cittadina neozelandese, “per rimuovere il petrolio e ridurre il rischio di una catastrofe ambientale”.

Diifficile valutare danni e responsabilità che verrano accertate da un’inchiesta.

Adesso la priorità è minimizzare l’impatto sulla costa e impedire che l’intero carico si riversi in mare, lottando contro il maltempo annunciato anche per i prossimi giorni.