ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Egitto, esercito spara sulla folla: 20 cristiani uccisi

Lettura in corso:

Egitto, esercito spara sulla folla: 20 cristiani uccisi

Dimensioni di testo Aa Aa

Mentre discute l’eguaglianza dei diritti religiosi, il nuovo Egitto scivola nelle violenze tra cristiani e musulmani. Sono almeno 24 i morti nelle violenze scoppiate al Cairo: 20 cristiani copti e 4 militari. Gli scontri sono cominciati durante la protesta che ha portato migliaia di copti per le strade del Cairo: un’esplosione di rabbia per una chiesa data alle fiamme la scorsa settimana nella provincia di Assouan.

“La più grande minaccia alla sicurezza della nazione è provocare uno scontro tra musulmani e cristiani, tra fratelli del nostro amato Egitto” ha detto il Primo ministro Essam Sharaf. “Oppure provocare problemi tra cittadini ed esercito: questo da l’occasione ai nostri nemici per spezzare l’unità nazionale. Ma non cederemo a questi subdoli tentativi”.

Secondo diverse testimonianze, ad aprire il fuoco contro le forze di polizia sul lungo Nilo potrebbero essere stati alcuni fedeli del vecchio regime di Hosni Moubarak infiltrati tra i manifestanti. La provocazione avrebbe poi spinto le forze dell’ordine a sparare sulla folla. Le proteste dei copti si sono estese anche ad Alessandria d’Egitto, seconda città del Paese.