ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nuova Zelanda: la marea nera minaccia la Baia dell'Abbondanza

Lettura in corso:

Nuova Zelanda: la marea nera minaccia la Baia dell'Abbondanza

Dimensioni di testo Aa Aa

La chiazza di carburante fuoriuscita dal cargo Rena al largo della Nuova Zelanda minaccia un paradiso della biodiversità: la baia dell’Abbondanza.

L’imbarcazione avrebbe già perso una ventina di tonnellate di petrolio, ma si teme che le cattive condizioni del tempo previste per le prossime ore possano far spezzare il cargo e far scivolare in mare fino a 1.700 tonnellate di carburante.

La chiazza, lunga 5 chilometri, dovrebbe raggiungere la costa mercoledì. E’ una zona reputata per essere tra le più ricche di fauna e flora del paese. Ospita pinguini, foche, balene e delfini. Diversi uccelli marini sono stati trovati morti nelle vicinanze della nave. Alcuni pinguini e cormorani sono stati recuperati e salvati.

La marina neozelandese sta cercando di aspirare il carburante dalla nave per evitare un disastro ambientale.

La Rena, della società greca Costamare, battente badiera liberiana, si è incagliata mercoledì scorso sulla barriera corallina Astrolabe. Le ragioni sono ancora da accertare.