ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nobel: tre donne per la pace

Lettura in corso:

Nobel: tre donne per la pace

Dimensioni di testo Aa Aa

Le donne del sud del mondo che si battono per i diritti, da oggi sono meno sole.

E’ questo il messaggio lanciato dall’accademia norvegese, con l’assegnazione del nobel per la pace.

Ellen Johnson Sirleaf, presidentessa della Liberia, la sua concittadina Leymah Gbowee, avvocato impegnato per i diritti delle donne e l’attivista yemenita Tawakkul Karman condividono un premio dal profondo sapore simbolico.

Le rappresentanti africane sono i pilastri di un paese in piena ricostruzione. Devastato da 14 anni di guerra civile.

“Con o senza il premio io continuo comunque la mia lotta – ha reagito Leymah Gbowee – Sicuramente con un riconoscimento del genere mi sento più forte, mi da nuova energia. Mi da l’occasione di portare nel mondo la voce delle donne”.

L’appoggio è arrivato anche in Yemen, dove la primavera contro il regime ha una paladina armata di coraggio.

“Con questa vittoria – ha detto Tawakkul Karman – viene in realtà premiato il carattere pacifico della rivoluzione yemenita, cosa che ha colpito una gran parte della comunità internazionale”.

Tawakkul Karman ha condiviso immediatamente il premio Nobel con il resto degli attivisti e in particolare con le donne yemenite che si battono per la democrazia.