ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

30° venerdì di protesta in Siria, uccisi 7 manifestanti

Lettura in corso:

30° venerdì di protesta in Siria, uccisi 7 manifestanti

Dimensioni di testo Aa Aa

Sette civili sono stati uccisi dalle forze di sicurezza in Siria, nel trentesimo venerdì di proteste contro il regime. Lo ha denunciato l’Osservatorio Siriano per i Diritti Umani, organizzazione dell’opposizione in esilio.

Tre dimostranti sono stati uccisi dagli spari dei cecchini a nord-est di Damasco. A Homs, uno dei principali teatri di scontri e proteste, i morti sono stati quattro, 25 i feriti.

Il Consiglio dei diritti umani dell’Onu ha chiesto di autorizzare l’ingresso della Commissione di indagine. In Siria i morti sono quasi tremila dall’inizio della repressione.

Il presidente russo, Dmitri Medvedev, ha avvertito il regime siriano che deve fare le riforme oppure dimettersi. A pochi giorni dal veto russo e cinese alla risoluzione Onu contro il regime di Bashar al Assad, il capo del Cremlino ha però ribadito che Mosca continuerà a opporsi a iniziative unilaterali del Consiglio di sicurezza.