ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Samsung affila le armi contro Apple

Lettura in corso:

Samsung affila le armi contro Apple

Dimensioni di testo Aa Aa

Cosa resterà di Apple senza l’aura magica di Steve Jobs? Una domanda che si pongono non pochi investitori che temono un calo della reddittività del titolo guida per antonomasia di Wall St. Anche se come fanno notare gli analisti un po’ cinici ma realisti, che i mercati avevano dato per scontata la morte di Jobs.

Come sottolinea quest’analista, non é certo il caso di dire che le innovazioni di Apple si bloccheranno. Sono molto i dirigenti validi, ma é certo che la concorrenza non starà certo con le mani in mano. Basti pensare a Samsung. Una battaglia per i prodotti alti di gamma come per quelli piu’ popolari: la lotta sarà piu’ dura dopo la scomparsa di Stebe Jobs.

Nel giro di trenta anni il titolo é salito dai poco piou di 3 dollari e 50 con il lancio del primo computer ai 376 dollari di ottobre di quest’anno: un balzo che ha fatto si che la capitalizzazione di borsa sia la piu’ importante a Wall St battendo colossi del calibro di Exxon Mobil

E intanto Samsung affila le armi. Dopo la presentazione negli Stati Uniti il gigante sudcoreano ha annunciato che chiederà l’interdizione della vendita in Italia e in Francia per una presunta violazione di alcuni suoi brevetti sulla telefonia mobile.

La Samsung ha recentemente perso una battaglia contro il gruppo californiano, subendo l’interdizione della vendita in Germania del Galaxy Tab 10.1, giudicato troppo simile all’iPad.

Cause sono in corso anche negli Usa, in Australia e in Corea del Sud.