ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Schiarite e nubi. Eurogruppo in difficoltà sulla crisi del debito

Lettura in corso:

Schiarite e nubi. Eurogruppo in difficoltà sulla crisi del debito

Dimensioni di testo Aa Aa

Gli aiuti ad Atene slittano, ma il potenziamento del Fondo salva stati potrebbe avvicinarsi. Prosegue su binari paralleli e a doppia velocità, il dibattito dell’Eurogruppo su come arginare la crisi del debito.

Usciti dalla prima giornata con l’amara certezza che la Grecia non rispetterà i target fiscali per il 2012, i Ministri delle finanze dei 17 impongono da Lussemburgo un ulteriore slittamento alla sesta tranche d’aiuti e concentrano il rush finale sul Fondo di stabilità. Il potenziamento suggerito dalla fragilità di colossi del debito come Italia e Spagna continua però a dividere e rallentare l’azione europea.

Possibile salvagente allo studio: la leva finanziaria suggerita da Washington, che consentirebbe di aumentare la capacità del Fondo, eludendo il no di Berlino a un incremento della sua dotazione.

“Secondo alcuni analisti – dice la nostra inviata a Lussemburgo Margherita Sforza – l’Europa si fa troppo lenta nell’approvazione di questo pacchetto di riforma della governance economica. Bisogna vedere se sarà sufficiente a calmare le tensioni sui mercati e ad evitare un nuovo dramma greco”.