ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Banche nella tormenta. Dexia rischia lo smantellamento

Lettura in corso:

Banche nella tormenta. Dexia rischia lo smantellamento

Dimensioni di testo Aa Aa

Le Banche tremano. Non riescono a reperire i fondi necessari alle loro attività e hanno le casse piene di titoli di stato di paesi considerati “ a rischio”, Grecia in testa.

Gli occhi di tutti sono puntati ora su Dexia, la banca franco-belga specializzata in prestiti agli enti locali, le cui azioni sono in picchiata e su cui grava l’ipotesi di uno smantellamento.

Il ministro delle finanze francese Francois Baroin tenta di rassicurare:

“Le difficoltà di reperire liquidità crea tensioni supplementari cosi come già successo nel 2008. Con il mio collega belga abbiamo deciso di intervenire per salvaguardare alcuni settori d’attività. Quello commerciale delle filiali belghe e quello riguardante i prestiti alle collettività francesi a cui lo Stato guarda con grande attenzione”

L’esposizione delle banche francesi, belghe e tedesche con in cassa miliardi di bond governativi dei paesi a rischio fa tremarei polsi.

Bnp Parisbas è in prima linea. Seguono Societè generale, Dexia e Deutsche Bank che non a caso oggi è andata a picco alla Borsa di Francoforte.

Il settore bancario difficilmente potrebbe riuscire a superare la crisi da solo. Si rende necessario un intervento degli Stati perchè il rischio che la crisi dalla periferia si estenda al cuore dell’Europa è troppo grande