ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Yemen: protestano in migliaia nella capitale, l'esercito non interviene

Lettura in corso:

Yemen: protestano in migliaia nella capitale, l'esercito non interviene

Dimensioni di testo Aa Aa

Migliaia di persone sono tornate ad invadere le strade di Sanaa per chiedere la cacciata del presidente yemenita Ali Abdullah Saleh.

Le proteste si sono acuite dal 18 settembre scorso, quando le forze di sicurezza hanno ucciso 26 civili.

Alcune persone hanno gettato acqua dalle finestre al passaggio del corteo, una tradizionale forma di sostegno alla protesta.

Uno yemenita ricorda che questa marcia è solo “l’ultima di una serie di manifestazioni organizzate nei giorni scorsi, con le quali la gente sta chiedendo la caduta del regime”.

Un altro bolla Saleh e il suo clan come “criminali” e chiede che vengano portati davanti ai giudici perché rispondano dei massacri e dei crimini commessi.

L’esercito ha seguito il corteo senza intervenire, mentre la gente chiedeva ai soldati di unirsi alla protesta.

Due giorni fa una ventina di militari sono rimasti uccisi dal fuoco amico, durante un raid dell’aviazione nel Sud contro presunti militanti di al Qaeda.