ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Libia: CRI, emergenza umanitaria a Sirte

Lettura in corso:

Libia: CRI, emergenza umanitaria a Sirte

Dimensioni di testo Aa Aa

Continua l’assedio degli insorti ad uno degli ultimi bastioni pro-Gheddafi.

A Sirte nonostante la tregua di due giorni, dichiarata dal Consiglio Nazionale Transitorio per consentire ai civili di abbandonare la città prima dell’assalto finale, non si sono mai interrotti gli scambi di artiglieria fra i due fronti, con la Nato sempre presente nei cieli libici.

I combattimenti stanno impedendo a feriti e malati di raggiungere gli ospedali cittadini, ha denunciato la Croce Rossa Internazionale, che è riuscita ad entrare a Sirte e a consegnare kit per curare duecento persone ricoverate nella principale struttura sanitaria.

“Mancano i dottori, le strumentazioni mediche, sta finendo l’ossigeno e anche le riserve d’acqua sono state colpite. L’ospedale è in sofferenza e così i dottori”, ha dichiarato Dibeh Fakhr, portavoce della Croce Rossa Internazionale.

Su 70mila abitanti solo circa 10mila sono riusciti a fuggire da Sirte. Pazientemente attendono il loro turno in coda ai check point. Hanno portato con sé il possibile. Alcuni stanno tentando di accamparsi non molto lontano da Sirte, per rimanere vicini alle loro abitazioni.