ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Grecia mancherà target di bilancio 2011-2012

Lettura in corso:

Grecia mancherà target di bilancio 2011-2012

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo il via libera del Consiglio dei ministri, approdano oggi in Parlamento le nuove misure di austerità, che spremeranno la Grecia per salvarla dal default.

I pesanti tagli hanno avuto l’ok della Troika, ovvero Banca Centrale Europea, Fondo Monetario Internazionale e Unione, per sbloccare la sesta tranche di aiuti da 8 miliardi di euro. Ma non saranno sufficienti a far rispettare al Paese i target di bilancio per il 2011 e il 2012 concordati a luglio nel suo piano di salvataggio.

Solo sei giorni fa il primo ministro George Papandreou aveva ribadito a Berlino il “mantenimento degli impegni” presi con l’Europa, incassando l’assoluto sostegno di Angela Merkel. Due giorni dopo il Parlamento tedesco aveva dato il via libera al rafforzamento del fondo salva-stati.

Sulla stessa linea della Cancelliera Nicolas Sarkozy: “Salvare la Grecia è “un dovere morale ma anche economico” aveva detto a Papandreou in visita.

Atene ha promesso di introdurre nuove tasse, ridurre i salari dei dipendenti pubblici e il numero degli statali di un quinto entro il 2015. Trentamila lavoratori verranno messi in cassa integrazione per un anno e poi licenziati. Ma non basterà.

Poco dopo l’annuncio del mancato raggiungimento dei target di bilancio, il governo ha fatto sapere che la Grecia taglierà altri 6,6 miliardi di euro tra il 2011 e il 2012.