ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Atene non riuscirà a centrare i target fiscali


economia

Atene non riuscirà a centrare i target fiscali

Nuovi tagli. Altri sacrifici. Il governo greco ha deciso una ulteriore stretta alle spese per tentare di rispettare i vincoli imposti dai creditori internazionali. I nuovi dati sull’andamento dell’economia ellenica costringono l’esecutivo Papandreu ad inasprire la politica di austerity.

I target prefissati infatti non potranno venire centrati come si sperava. Il paese resterà nella acque stagnanti della recessione anche nel 2012. Il deficit verrà ridotto rispetto al 2011 ma di poco e il numero dei disoccupati continuerà inesorabilmente a salire toccando superando quota 16%.

“L’obiettivo – spiega Nikos Christodoulou analista di Merit Securities – era portare il deficit al 7,6%. I numeri resi noti ieri sono molto lontani da questa soglia. Resteremo in recessione e la mancata crescita non farà che aumentare il deficit di bilancio”.

I tecnici della Banca centrale, dell’Unione Europea e del Fondo Monetario stanno spulciando con i funzionari greci i conti. La loro valutazione sarà cruciale: da essa dipende lo sblocco della nuova tranche di aiuti di cui Atene ha bisogno.

Ma la scialuppa di salvataggio che dovrebbe evitare il default è ormai anche un cappio che rischia di strangolare un paese al collasso.

Prossimo Articolo

economia

Atene bloccata