ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

USA: oltre 700 arresti tra gli indignados a NY

Lettura in corso:

USA: oltre 700 arresti tra gli indignados a NY

Dimensioni di testo Aa Aa

Dalla costa est a quella ovest, il movimento degli indignados si allarga e attraversa ormai tutti gli Stati Uniti e con esso cresce il numero degli arresti. Sono più di 700 quelli eseguiti dalla polizia di New York nei pressi del ponte di Brooklyn, chiuso poi riapersto dopo qualche ora di caos. Qui in migliaia si erano radunati nell’ambito dell’iniziativa “Occupy Wall Street”, che da due settimane riunisce persone di diversa estrazione sociale nel nome della protesta contro il mondo finanziario e le ingiustizie sociali.

A quando sembra, una parte dei manifestanti avrebbe tentato di bloccare il traffico. “Sono arrivati in tenuta anti-sommossa, hanno iniziato ad agitare i manganelli senza motivo e hanno iniziato a prendere le persone nelle prime file – racconta un manifestante -. Chiunque si trovasse in prima fila, con la pelle nera o marrone, veniva automaticamente buttato a terra. Se il tuo volto era coperto con una bandana, o anche se avevi un cartello pacifista venivi buttato a terra”.

Anche se su scala minore, proteste simili a quella newyorkese si sono volte anche in altre città statunitensi, come Denver, nel Colorado. Scene simili anche a Los Angeles, in California, dove centinaia di persone si sono radunate nei pressi del municipio. Come a New York hanno promesso di restare accampate fino a quando non saranno riuscite ad attirare la dovuta attenzione sulla loro causa.