ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Processo Jackson, un'altra testimonianza contro il medico

Lettura in corso:

Processo Jackson, un'altra testimonianza contro il medico

Dimensioni di testo Aa Aa

Continua la sfilata dei testimoni dell’accusa, al processo contro il dottor Conrad Murray, accusato di omicidio colposo della rockstar Michael Jackson. L’infermiere che per primo ha prestato soccorso al cantante conferma il sospetto che il medico abbia tenuto nascosto l’uso di un potente anestetico.

Il teste ha risposto no alla domanda se il dottor Murray l’aveva informato di avere somministrato il propofol alla rockstar; e anche alla domanda se mai il medico avesse menzionato il termine “propofol”.

Murray, che rischia 4 anni di carcere e il ritiro della licenza, ammette di aver somministrato il propofol a Michael Jackson ma rifiuta l’addebito di non avere negligentemente seguito da vicino le condizioni del cantante mentre dormiva.