ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Centomila lavoratori in piazza contro il piano di austerità

Lettura in corso:

Centomila lavoratori in piazza contro il piano di austerità

Dimensioni di testo Aa Aa

Il piano di austerità si sta risolvendo in un attacco ai diritti dei lavoratori. Lo hanno gridato nelle piazze di Porto e Lisbona i migliaia di partecipanti alla manifestazione indetta dai sindacati contro il governo. Il Portogallo è il terzo paese dell’eurozona, dopo la Grecia e l’ Irlanda, a fare i conti le conseguenze del debito pubblico fuori controllo:

“Sono qui per lottare per i diritti dei pensionati, che non hanno i soldi per comprarsi le medicine, per pagare i ticket che non si possono permettere di curarsi” – grida un anziano. “Ci tagliano tutto, sono una insegnante, abbiamo classi sempre più numerose, e ogni giorno è sempre peggio” – aggiunge una manifestante.

In cambio dei 78 miliardi di euro ricevuti da Europa e Fondo Monetario Internazionale il governo si è impegnato a procedere a riforme strutturali e privatizzazioni. Misure che si prevede provocheranno una forte recessione nel 2012 e l’aumento del tasso di disoccupazione, già arrivato al 12%.