ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gisele in reggiseno fa infuriare il ministro per le Pari Opportunità

Lettura in corso:

Gisele in reggiseno fa infuriare il ministro per le Pari Opportunità

Dimensioni di testo Aa Aa

Se volete ottenere qualcosa da vostro marito chiedeteglielo in reggiseno e mutandine. La pubblicità incarnata dalla supermodella Gisele Bündchen non piace al ministero brasiliano per le Pari Opportunità.

La pubblicità mette certamente a nudo le armi migliori dell’attrice brasiliana, già modella dell’anno nel 1999, ma rinforza lo stereotipo della donna come oggetto sessuale, recita un comunicato del ministero.

Per le strade – e per le spiagge – di Rio tuttavia non è facile trovare residenti di sesso femminile che siano dello stesso avviso dell’autorità costituita.

“Secondo me è divertente. Magari non sono d’accordo col messaggio, ma mi pare più divertente che offensiva. Mi da più fastidio la censura”.

“Non credo che oggi esista più il sessismo, viviamo in un mondo liberato”.

“E’ una pubblicità furba. E’ così che gira il mondo. E noi donne dobbiamo usare tutte le nostre armi”.

Mentre recita frasi del tipo “caro, ho distrutto l’auto”, a ridere tra i denti sarà di certo la bella ‘Gisella’ che, per inciso, guadagna assai più del marito, il giocatore di football statunitense Tom Brady.