ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Crisi: sì del Bundestag non chiude problema euro

Lettura in corso:

Crisi: sì del Bundestag non chiude problema euro

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ un sospiro di sollievo che soffia su Berlino e sull’Europa intera l’approvazione da parte del Bundestag della riforma del fondo salva-Stati.

Il voto a larghissima maggioranza tranquillizza quanti dubitavano dell’europeismo della Germania, benchè i 10 no all’interno della maggioranza ricordino la precarietà della coalizione tedesca. E non è certo con questo voto che si chiude la crisi dell’euro.

“I greci devono risparmiare 330 miliardi di euro” dice Peer Steinbrück, ex ministro delle Finanze socialista “quindi mi piacerebbe molto vedere un po’ più di rispetto per questo sforzo. Non mi voglio nemmeno immaginare quel che succederebbe qui in piazza se il governo tedesco avesse imposto ai cittadini un calice avvelenato da 330 miliardi”.

A riportare alla dura realtà ci pensano infatti le proteste elleniche: ieri è stata la volta che tassisti, scesi in piazza ad Atene contro la liberalizzazione della professione. Sono state le lunghe code di auto gialle e il successivo concerto contro le misure di austerità ad accogliere i rappresentanti della troika formata da Commissione Europea, Bce e Fondo Monetario Internazionale tornati ad Atene per proseguire nella verifica del piano di rigore.