ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Londra non vuole la Tobin Tax

Lettura in corso:

Londra non vuole la Tobin Tax

Dimensioni di testo Aa Aa

La tassa europea sulle transazioni finanziarie non piace affatto al Regno Unito. La City londinese si oppone ad una misura che, spiegano gli analisti, non avrebbe altro effetto se non far fuggire gli investimenti dalla piazza di Londra.

“La City direbbe che una tassa specifica sulle transazioni finanziarie non risolverebbe i problemi e non eviterebbe problemi futuri” dice Will Hedden, trader. “Farebbe invece fuggire attività, investimenti e lavoro da Londra”.

Il Presidente della Commissione Europea José Manuel Durao Barroso nel suo discorso a Strasburgo sullo stato dell’Unione, ha ricordato che, negli ultimi 3 anni, gli Stati, ossia i contribuenti, hanno fornito alle banche e al sistema finanziario più di 4.000 miliardi di euro. “E’ tempo che il settore finanziario restituisca il contributo alla società” ha detto Barroso.

Secondo la Commissione la cosiddetta Tobin Tax potrebbe portare un gettito da circa 55 miliardi di euro all’anno a partire dalla sua entrata in vigore, prevista per il 2014. Sempre che l’opposizione non abbia la meglio.