ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Ue in cerca di un turismo di qualità

Lettura in corso:

L'Ue in cerca di un turismo di qualità

Dimensioni di testo Aa Aa

Un turismo di qualità per l’Europa. La prima destinazione turistica al mondo – soprattutto grazie a Spagna, Italia e Grecia – punta a consolidare la sua leadership e ad attirare un numero crescente di visitatori, in particolare dai paesi emergenti.

Il Parlamento europeo, in coincidenza con la celebrazione della Giornata mondiale del turismo, ha approvato una risoluzione in cui chiede alla Commissione di prendere iniziative per dare impulso al turismo di qualità. Fra gli obiettivi, creare posti di lavoro a livello locale. Spiega il relatore, Carlo Fidanza, dei Popolari europei: “Dobbiamo supportare soprattutto le nostre piccole e medie imprese perché siano presenti sul web con proposte di qualità. Insieme alla Commissione europea stiamo studiando una piattaforma tecnologica da offirire alle Pmi del turismo europeo per poter migliorare la loro presenza sul web”.

Fra le proposte chiave della relazione, l’armonizzazione a livello europeo del sistema di classificazione degli hotel. Perché oggi un albergo classificato come un due stelle in un paese può corrispondere a un quattro stelle in un altro paese dell’Unione.

L’Europarlamento chiede anche alla Commissione maggiori investimenti nella formazione professionale, in particolare per imprenditori e manager.

Fidanza vede potenzialità enormi nel settore: “Tutti gli indicatori ci dicono che in questa fase di crisi il turismo è uno dei settori che rispondono meglio alle difficoltà globali. Il fatto di non essere una ricchezza delocalizzabile consente ancora oggi al turismo di resistere alle fluttuazioni dei mercati internazionali”.

Il settore turistico rappresenta il 10 per cento del Prodotto interno lordo dell’Unione europea, il 12 per cento dell’occupazione ed è la terza attività socioeconomica dell’Unione.