ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

A cosa serve il Fesf

Lettura in corso:

A cosa serve il Fesf

Dimensioni di testo Aa Aa

Annunciato lo scorso 21 luglio, l’allargamento del Fondo europeo di stabilità finanziaria dovrebbe contribuire a bloccare la crisi del debito e calmare i mercati. Un fondo nato a maggio del 2010, in piena crisi della Grecia, e il cui ammontare lo scorso marzo é stato portato a 440 miliardi di euro, una cifra qualifata dagli analisti di embrione del fondo monetario europeo. La Germania con un contributo di oltre 27 miliardi é lo stato con l’apporto piu’ importante segue la Francia con oltre 23 miliardi e l’Italia con poco meno di 18 miliardi di euro.

Secondo quest’analista l’allargamento del fondo va nel senso giusto in quanto piu’ denaro é disponibile meglio é per la ricapitalizzazione delle banche

Un’eventualità quest’ultima molto importante tra gli investitori in quanto tra gli scopi del Fondo c‘é proprio la possibilità di una ricapitallizzazione delle banche che secondo i primi calcoli dovrebbe ammontare a circa 20 miliardi di euro qualora il debito greco subisca una svalutazione del 50%