ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Stato Plaestinese: parte esame richiesta in commissione

Lettura in corso:

Stato Plaestinese: parte esame richiesta in commissione

Dimensioni di testo Aa Aa

Via alle discussioni formali in sede ONU sullo Stato palestinese: la richiesta, presentata la settimana scorsa dai palestinesi al Consiglio di Sicurezza, è stata formalmente accolta e affidata ad un’apposita commissione che inizierà a valutarla venerdì. La delegazione palestinese si è detta soddisfatta, soprattutto perché si tratta di una decisione unanime del Consiglio. È però al momento solo un atto formale, e i palestinesi temono che si miri poi a prendere tempo. La rappresentante palestinese all’Unione europea, Leyla Shahid, intervistata da Euronews sottolinea:

“Non aspetteremo all’infinito – dice -, è evidente che, se avremo l’impressione che qualcuno miri a prendere tempo e farci attendere, abbiamo naturalmente l’alternativa di rivolgerci all’Assemblea Generale, dove c‘è già una maggioranza”

L’analisi della richiesta palestinese di uno Stato indipendente non è aiutata dalla decisione israeliana di autorizzare la realizzazione oltre un migliaio di nuovi alloggi nella colonia ebraica di Gilo, alle porte di Gerusalemme Est.

Una decisione che ha irritato gli Stati Uniti, impegnati nel difficile tentativo di ricucire il dialogo israelo-palestinese:

“Riteniamo che l’annuncio israeliano dell’autorizzazione a costruire nuovi alloggi a Gerusalemme Est sia controproducente rispetto ai nostri tentativi di ricostruire il dialogo”, ha detto il Segretario di Stato americano.

Reazione cui fanno eco quelle di molti governi, compreso quello italiano, le cui posizioni sono solitamente vicine a Israele: “mai come in questa fase occorre astenersi da azioni provocatorie destinate a riaccendere la tensione”, ha detto il Ministro degli Esteri Frattini.