ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Crisi: Jucker non accetta lezioni da Obama

Lettura in corso:

Crisi: Jucker non accetta lezioni da Obama

Dimensioni di testo Aa Aa

A Strasburgo una seduta plenaria per l’intervento del primo ministro del Lussemburgo Jean Claude Juncker, ma anche presidente di Eurogruppo che comprende i rappresentanti dei 17 paesi della zona euro. Tra i temi toccato da Juncker l’atteggiamento della Banca Centrale Europea che a suo parere ha fatto la cosa giusta acquistando titoli di stato dei paesi a rischio.
 
Accetto, dice Juncker, che il presidente americano si rivolga agli europei con la raccomandazione di cosa dovrebbe fare l’Unione e cosa dovrebbe fare la zona euro. Ma all’interno della zona euro abbiamo 17 democrazie, 117 governi e 17 parlamenti. Il che richiede tempo e i mercati finanziari non hanno tempo. E’ importante che i mercati finanziari rispettino le regole delle democrazie.
 
Quanto alla Grecia Juncker ha detto che la troika formata da rappresentanti della Banca Centrale Europea, del Fondo Monetario Internazionale e della Commissione di Bruxelles dovrebbe tornare al piu’tardi giovesi ad Atene, subito dopo la ratifica del parlamento ellenico del nuovo piano di austerity.

La prossima riunione dei ministri delle finanze di Eurogruppo é fissata per il 3 ottobre : a quella data verrà dato il via o meno alla tranche del prestito alla Grecia.