ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Champions: Mancini va ad affrontare il super-Bayern

Lettura in corso:

Champions: Mancini va ad affrontare il super-Bayern

Dimensioni di testo Aa Aa

Sotto i riflettori, nel secondo turno di Champions League, Bayern Monaco-Manchester City.

I quattro volte Campioni d’Europa arrivano da 9 successi stagionali e sembrano ben lontani dalla squadra incostante dello scorso anno.

Jupp Heynckes, tra l’altro, puo’ dormire sonni tranquilli perchè per la sfida all’Allianz Arena avrà a sua disposizione i rientranti Robben, Gomez, Van Buyten e Gustavo.

Giocherà tra l’altro sin dal primo minuto quel Jérôme Boateng, che nella passata stagione faceva parte proprio della rosa di Roberto Mancini.

Anche il City arriva comunque da un buon inizio di stagione, con 5 vittorie su 6 in Premier League.

E l’assenza di Mario Balotelli, squalificato, probabilmente non si farà molto sentire.

L’altro match del gruppo A, vedrà il Napoli ospitare al San Paolo il Villareal. Mazzarri puo’ sorridere, perchè tra le fila avversarie non ci sarà quel temibile Pepito Rossi, infortunatosi domenica in Liga.

Claudio Ranieri debutta in Champions con l’Inter, andando in trasferta a Mosca. Dopo la pesante e inattesa sconfitta con il Trabzonspor, i neroazzurri non posso piu’ sbagliare.

Chi non puo’ piu’ commettere errori è anche il Manchester United. I vice-campioni d’Europa 2011, fermati sull’1-1 dal Benfica nel primo turno, si preparano a ospitare il Basilea.

Alex Ferguson dovrà pero’ fare a meno della star dei Red Devils, Wayne Rooney, fermo per infortunio.

La squadra guidata da Jesus è invece chiamata a quella che sembra una facile sfida contro i rumeni dell’Otelul Galati.

L’1-0 ottenuto a Zagabria dal Real Madrid non ha di certo soddisfatto una squadra che ha come obiettivo quest’anno il triplete.

E ora, la formazione di Mourinho, che ancora una volta sarà costretto a guardarsi la partita da casa, è pronta ad accogliere al Santiago Bernabeu l’Ajax.

“Non penso che sia una brutta squadra. Hanno perso un paio di giocatori importanti, certo, ma nell’insieme hanno vinto e hanno due o tre giocatori, che magari non sono molto conosciuti, ma che hanno grande talento e lo dimostreranno di sicuro nei prossimi match” ha dichiarato Alvaro Arbeloa.

Il Lione, capolista in Ligue 1, dopo il pareggio con gli olandesi, cerca invece la vittoria a Gerland con la formazione di Maksimir.