ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Settimana di scioperi in Grecia

Lettura in corso:

Settimana di scioperi in Grecia

Dimensioni di testo Aa Aa

In Grecia è iniziata una nuova settimana di disagi, a causa di una serie di scioperi contro le misure di austerità. Oggi si fermano autobus, filobus, conducenti della metropolitana, dei tram e dei treni. I taxisti – che contestano in particolare la decisione del governo di liberalizzare la professione -si asterranno invece dal lavoro domani e mercoledì.

Le riunioni dei sindacati si moltiplicano per proclamare altre giornate di agitazione, dopo quelli generali in programma il 5 e il 19 ottobre. Il malcontento è sempre più diffuso: “Non mi aspetto nulla da un governo che non ha dato alcun contributo all’istruzione, alla salute, e altri settori – dice un’abitante di Atene -. Non ha il diritto di chiedere nulla. Ho lavorato per 22 anni nel settore privato e non mi si può chiedere più nulla”. “È tutta colpa nostra – dice un pensionato -. Fino ad ora il governo non ha preso alcun provvedimento da quando ha firmato l’accordo per gli aiuti finanziari. L’unica soluzione sono le tasse, i pensionati, gli stipendi. È terribile”.

Oltre che con gli scioperi, il governo greco deve fare i conti anche con la collera e le proteste contro le misure anti-crisi, come quella di ieri sera davanti al Parlamento della capitale, degenerata in scontri tra forze dell’ordine e manifestanti.