ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Omicidio Kercher: pm, accuse imponenti contro imputati

Lettura in corso:

Omicidio Kercher: pm, accuse imponenti contro imputati

Dimensioni di testo Aa Aa

Amanda impugnava il coltello, Raffaele strappò il reggiseno a Meredith. Per questo il suo dna è sul gancetto. Sono i punti chiave della requisitoria con la quale il pubblico ministero ha chiesto l’ergastolo con l’aggravante dei futili motivi per Amanda Knox e Raffaele Sollecito, condannati in primo grado per l’omicidio della studentessa inglese Meredith Kercher, avvenuto a Perugia il primo novembre del 2007.

Il pubblico ministero Manuela Comodi ha detto all’Ansa che, a prescindere dalle perizie genetiche, smontate dai periti della difesa, vi è un imponente quadro giudiziario contro i due imputati.

La migliore amica di Meredith Kercher a Perugia non ha dubbi: è stata Amanda Knox. Natalie Hayward, intervistata dal Sunday Telegraph, ha detto che una serie di incidenti alla vigilia del delitto l’hanno convinta della colpevolezza di Amanda.

In primo grado la Knox e Sollecito sono stati condannati rispettivamente a 26 e 25 anni di reclusione. 16 anni con rito abbreviato per il terzo accusato dell’omicidio, Rudy Guede. Una novità potrebbe scagionare Sollecito: le impronte ritrovate sul tappetino del bagno non appartegono al suo piede, ma sarebbero compatibili con quello di Guede.