ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ultima corrida a Barcellona

Lettura in corso:

Ultima corrida a Barcellona

Dimensioni di testo Aa Aa

La Monumental di Barcellona è l’ultima arena della capitale catalana. Domenica chiuderà definitivamente i battenti: la stagione delle corride si conclude e un’intero pezzo di storia va in archivio.

Ll primo gennaio del prossimo anno entrerà in vigore la legge che vieta la tauromachia

180 mila persone avevano firmato la petizione che è stata presentata al Parlamento regionale e votata nel giugno del 2010. La Catalogna non è la prima regione spagnola a dire no ai combattimenti con i tori. Le isole Canarie vararono il divieto nell’ormai lontano 1991

Per Carlos Lopez Perez presidente dell’associazione per la difesa dei diritti degli animali Libera la decisione catalana farà scuola anche altrove:

“Crediamo che la Galizia ci imiterà presto e cosi le altre regioni del nord della Spagna in cui i combattimenti taurini non fanno parte delle tradizioni locali. Certo per Madrid e l’Andalusia sarà piu’ complicato ma è solo questione di tempo”

Minoritari ma fieri della loro passione gli aficionados catalani si sentono defraudati

“E’ come all’epoca della dittatura! – sbotta uno di loro – non c‘è nulla di male nelle corride che hanno una storia vecchia di almeno tre secoli. Pensi che qui a Barcellona c’erano ben tre arene per le corride”

Altri tempi. Oggi questo tipo di spettacoli non attira piu’ le folle di una volta. l’ “Arenas de Barcelona” si è già trasformata in centro commerciale.

Rosa Gii vedova dell’ultimo torero ucciso in combattimento al Monumental anno 1974, accetta con malinconico fatalismo i cambiamenti in corso¨:

“Eh..antiche tradizioni cari amici ! non avete idea di quanto sia difficile tentare di rianimare qualcosa che non c‘è piu’”

Paradossi del nostro tempo. La gente di Barcellona ha deciso di abolire le corride e ora fa la fila per accaparrarsi il poster dell’ultimo show in programma al Monumental. Poster firmato dall’artista Miguel Barcelo’.