ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Libia, forze del governo provvisorio entrano a Sirte

Lettura in corso:

Libia, forze del governo provvisorio entrano a Sirte

Dimensioni di testo Aa Aa

Le forze armate del governo provvisorio libico, appoggiate da aerei della Nato, sono entrate nella città di Sirte, roccaforte del colonnello Gheddafi. Accolte da un intensa barriera di fuoco da parte dei lealisti, ancora numerosi, le avanguardie si sono radunate nella piazza Zafran, a circa un chilometro dal centro cittadino. Continuano i combattimenti, con lancio di razzi e proiettili di artiglieria da entrambe le parti, soprattutto nelle periferie meridionale e occidentale.

Almeno due combattenti lealisti sono rimasti uccisi, secondo fonti mediche e una ventina feriti.

Sirte e Bani Walid sono considerate le ultime roccaforti dei fedeli al regime dell’ex dittatore: la loro conquista è essenziale per il controllo totale del territorio.

La figlia del colonnello Gheddafi, Aisha, ha rilasciato una dichiarazione audio dal suo rifugio in Algeria, dichiarazione diffusa da una televisione siriana. Aisha ha detto che il padre è vivo, sta bene e continua a combettere insieme ad alcuni dei suoi figli.