ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Onu, Abbas: Stato palestinese coi confini del 1967

Lettura in corso:

Onu, Abbas: Stato palestinese coi confini del 1967

Dimensioni di testo Aa Aa

Il momento più atteso della 66ma assemblea generale delle Nazioni Unite è giunto. Il presidente dell’Autorità nazionale palestinese Mahmoud Abbas ha preso la parola fra gli applausi. Ha detto di essere pronto a riprendere il dialogo diretto con le autorità israeliane subito, purché si fermino gli insediamenti nei Territori occupati.

Ma, soprattutto, ha chiesto che la Palestina diventi uno Stato:

“Presidente, voglio informarla – ha detto nel suo discorso – che prima di parlare davanti a quest’assemblea ho presentato, come presidente dello Stato palestinese e presidente del comitato esecutivo dell’Organizzazione per la liberazione della Palestina, al segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki Moon una richiesta formale per l’adesione della Palestina come membro a tutti gli effetti delle Nazioni Unite, secondo i confini stabiliti il 4 giugno del 1967 e con capitale Gerusalemme est”.

“Una richiesta che non si può respingere”, secondo Abbas, durissimo nei confronti della politica di Israele nelle colonie.

“Il sostegno del mondo nei nostri confronti – ha aggiunto – rappresenta una vittoria della giustizia, della libertà, del diritto internazionale”.

Applausi ancora più convinti hanno salutato la fine del discorso di Abbas, accompagnata da una standing ovation di parte dell’aula.