ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'affaire Karachi investe il governo francese e Sarkozy

Lettura in corso:

L'affaire Karachi investe il governo francese e Sarkozy

Dimensioni di testo Aa Aa

Tangenti sporche di sangue.

L’affaire Karachi deflagrato a causa di un misterioso attentato che nel 2003 provoco’ la morte di 15 contractors francesi sta scuotendo alle fondamenta il già teso rapporto tra magistratura ed esecutivo e come vedremo lo scandalo rischia di coinvolgere direttamente anche Sarkozy.

Tre giorni fa Thierry Gaubert, ex stretto collaboratore dell’attuale presidente, si trova in stato di fermo perchè sospettato di aver trasportato soldi sporchi in Francia. Riceve una chiamata dall’ex ministro degli interni Hortefeux che lo mette al corrente sul andamento delle indagini e lo invita alla prudenza.

Per l’avvocato delle vittime morte nell’attentato il cui movente non è piu tanto oscuro “si tratta di una gravissima ingerenza. “Hortefeux – spiega – ha violato il diritto penale”

Hortefeux come Gaubert, è amico intimo di Nicolas Sarkozy. Nel 94, quando sull’asse Pakistan-Francia si sarebbero scambiati soldi contro armi l’attuale presidente era portavoce di Edouard Balladur candidato all’Eliseo la cui campagna elettorale sarebbe stata finanziata proprio con i fondi neri pakistani.

Purtroppo per lui pero’ i soldi ricevuti non bastarono a vincere la sfida con Chirac che una volta divenuto presidente avrebbe interrotto il mercanteggiamento provocando cosi, la rappresaglia dei referenti pakistani culminata, gli inquirenti ne sono convinti, nel sanguinoso attentato di Karachi