ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Austerity greca, il Paese bloccato dalle proteste

Lettura in corso:

Austerity greca, il Paese bloccato dalle proteste

Dimensioni di testo Aa Aa

Le ulteriori misure per evitare la bancarotta decise dal governo greco hanno causato una nuova ondata di proteste e scioperi. Bloccato in tutto il Paese il trasporto pubblico. Fermi anche i tassiti, che protestano contro la liberalizzazione della professione.

“Attualmente non ho soldi del tutto. Come posso pagare? Queste misure sono insostenibili. Sembra davvero che ci vogliano strozzare” e ancora “queste misure sono inumane. Non si può immaginare nulla di più crudele”, dicono alcune delle voci raccolte tra la gente.

In agitazione anche i dipendenti statali. Fuori dal ministero delle Finanze proteste dei lavoratori dei centri di salute mentale. Anche i malati sono considerati a rischio, dal momento che il settore è scomparso dal bilancio del prossimo anno.

“Lavoriamo da sei anni e attualmente c‘è un ritardo nei pagamenti di sei mesi dei nostri salari” dice in piazza una delle lavoratrici.

Altre astensioni dal lavoro sono previste nelle prossime 48 ore, mentre per il 5 e il 19 ottobre i principali sindacati hanno indetto due giornate di sciopero generale.