ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Escursionisti Usa in Oman dopo liberazione in Iran

Lettura in corso:

Escursionisti Usa in Oman dopo liberazione in Iran

Dimensioni di testo Aa Aa

La prima tappa della libertà si chiama Oman. Sono arrivati nel sultanato in provenienza da Teheran Shane Bauer e Josh Fattal, i due cittadini americani scarcerati dopo due anni di prigione in Iran, Paese che li accusava di spionaggio.

Ad accoglierli all’aeroporto di Mascate oltre alle famiglie anche Sarah Shourd, arrestata assieme a loro il 31 luglio 2009 durante un viaggio di escursionismo al confine tra Iraq ed Iran, già rilasciata su pagamento di una cauzione da 500.000 dollari e mai più ritornata a Teheran.

“Due anni in prigione è troppo tempo” dice Shane Bauer “e sinceramente speriamo nella liberazione dei prigionieri politici e di ogni altra persona ingiustamente detenuta in America come in Iran”.

Il sultanato dell’Oman ha svolto un ruolo di mediazione tra Teheran e gli Stati Uniti e pagato 1 milione di dollari di cauzione per i due giovani di 29 anni.