ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Russia: Medvedev vede il "nuovo" Bolshoi e approva

Lettura in corso:

Russia: Medvedev vede il "nuovo" Bolshoi e approva

Dimensioni di testo Aa Aa

Ci sono voluti sei anni, ma ora il Bolshoi c‘è: il teatro moscovita, uno dei templi mondiali del balletto, ha subito una ristrutturazione durata il doppio del previsto, e con una forte lievitazione dei costi. Una fonte di imbarazzo per la dirigenza russa, la cui immagine si fonda sull’efficienza.

Non a caso il Presidente russo, Dimitri Medvedev, non ha atteso la prima, per verificare le condizioni del teatro: apparentemente soddisfatto, ha detto, rivolto ad orchestra e corpo di ballo: “Lo spirito del teatro è stato preservato, spero che vi sentirete come prima o meglio”.

Dalle meraviglie tecnologiche del palco ai colori ritrovati del soffitto, il nuovo Bolshoi presenta molte novità, ma soprattutto – unica novità che conta per gli appassionati – riaprirà presto i battenti: il 28 ottobre, con “La bella addormentata nel bosco”, balletto di Tchajkovskij, coreografato da Iuri Grigorovich.

E con un‘étoile americana, per la prima volta nella storia: David Hallberg. Sarà lui al centro del palco, per un balletto-evento ritrasmesso in 600 sale cinematografiche nel mondo.