ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Libia: CNT, conquistato un altro bastione pro-Gheddafi

Lettura in corso:

Libia: CNT, conquistato un altro bastione pro-Gheddafi

Dimensioni di testo Aa Aa

Erano sospettati di aver pianificato attentati a Tripoli. Quattro fratelli, figli di un collaboratore di Muammar Gheddafi, sono stati arrestati dalle forze del Consiglio Nazionale Transitorio.

La loro casa è stata presa d’assalto da uomini armati con artiglieria contraerea e fucili d’assalto.

La folla ha tentato di linciare gli arrestati.

Gli uomini della ‘nuova Libia’, che a New York è stata riaccolta in seno alla comunità internazionale, hanno annunciato di aver conquistato uno degli ultimi bastioni del Colonnello: Sebha, nel sud.

Resta sotto il controllo dei lealisti Sirte. Ma i combattenti, che si trovano ad un chilometro e mezzo dalla porta est, contano di entrare nella città natale di Gheddafi al massimo in due giorni.

A Bani Walid la situazione è ancora incerta, fra avanzate e ritirate strategiche. Qui è stato visto Saif al-Islam, uno dei figli del Colonnello, e forse si nasconde anche il padre.

La Francia ha annunciato un piano di accoglienza dei numerosi feriti. La sanità in Libia è al collasso.