ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I socialisti europei criticano l'austerity in Grecia

Lettura in corso:

I socialisti europei criticano l'austerity in Grecia

Dimensioni di testo Aa Aa

No alle misure di austerity in Grecia, dai socialisti europei. Sono misure imposte dalla Commissione europea e dal Fondo monetario internazionale che finiranno per deprimere l’economia. Questo è il messaggio di politici ed esperti del centro-sinistra riuniti al Parlamento europeo.

“Bisogna ristrutturare il debito greco – spiega l’eurodeputato francese Liem Hoang Ngoc – tutti sono d’accordo sul fatto che la Grecia non riuscirà a pagare, quindi bisogna annullare una parte del debito greco, bisogna allargare la missione del Fondo di stabilità finanziaria per ricapitalizzare le banche che subirebbero perdite. E’ la linea che avrebbe dovuto adottare il Consiglio lo scorso week end. Non lo hanno fatto, è irresponsabile”

Quali sono le alternative di sinistra all’austerità è stato il tema della tavola rotonda organizzata dalla fondazione europea per gli studi progressisti. Per Eckhard Hein, professore alla Berlin School of Economics and Law- c‘è bisogno di piu’ solidarietà.

“La Grecia ha bisogno di un Piano Marshall europeo. Attraverso ad esempio, investimenti diretti con la Banca Europea degli Investimenti, attraverso fondi regionali o strutturali, e naturalmente attraverso prestiti della Banca Centrale europea”

Per evitare un nuovo dramma greco, l’Unione europea ha preparato un pacchetto di riforme che sarà approvato la settimana prossima. Prevede delle sanzioni per gli stati che non correggono a sufficienza il loro deficit.