ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Alla sbarra Commissione Grandi Rischi de L'Aquila

Lettura in corso:

Alla sbarra Commissione Grandi Rischi de L'Aquila

Dimensioni di testo Aa Aa

La Commissione Grandi Rischi avvertì adeguatamente la popolazione prima del terremoto de L’Aquila? Al via il processo ai componenti del comitato che non ritenne opportuno evacuare il capoluogo abruzzese. I giudici dovranno valutare l’accusa di omicidio colposo rispetto alla valutazione del pericolo dello sciame sismico culminato nel sisma del 6 aprile 2009.

“Non è assolutamente un processo alla scienza così come si vuole definirlo forse anche per denigrarlo. Non è un processo a Galileo Galilei ma certamente è un processo per accertare se ci sono state delle responsabilità delle omissioni o dei comportamenti delle condotte sbagliate da parte degli scienziati che la sera del 31 marzo 2009 si sono riuniti a L’Aquila”.

I crolli innescati dal terremoto di 6,3 gradi del 6 aprile di due anni fa causò la morte di 309 persone, il ferimento di altre 1.600. Massimo Cinque, medico aquilano, che ha perso moglie e due figli, all’apertura del processo in cui figurano sessanta parti civili ha dichiarato: “Speriamo non finisca tutto come accade in Italia a tarallucci e vino’‘.