ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Una ricerca mette in riga le banche europee

Lettura in corso:

Una ricerca mette in riga le banche europee

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Centro per gli studi politici europei ha analizzato ventisei banche europee, durante la crisi: promosse le banche destinate ai piccoli risparmiatori, considerate piu’ solide, bocciate invece le banche che fanno affari con altri istituti bancari. Sono state criticate per la scarsa trasparenza nelle operazioni.

Secondo una delle autrici della ricerca Rym Ayadi, non è possibile ristrutturare i diversi tipi di banca verso un unico modello, quello piu’ sano delle banche per il consumo. Ci sarebbe bisogno- dice- di una ricapitalizzazione. E’ necessario invece concentrarsi sull’industria per capire dov‘è il problema.

Il rapporto raccomanda alle banche maggiore chiarezza sull’esposizione al rischio. All’economista Carsten Brzeski euronews ha chiesto se sia una ricetta suffiente per l’attuale crisi.

“La ricetta proposta in questa ricerca decisamente non risolverà l’attuale crisi. Nel sistema bancario c‘è bisogno di una maggiore capitalizzazione delle banche, di acquisti e fusioni, c‘¨è bisogno di una ristrutturazione del sistema bancario. I politici europei devono dare una linea, indicare come uscire dalla crisi greca e come salvare la Grecia, anche se questo richiederà una ristrutturazione del debito”

L’Europa tuttavia non ha piu’ tempo da perdere, non puo’ aspettare ancora anni o mesi per risolvere la crisi. E’ questione di settimane per evitare il peggio. I leader europei devono indicare cosa è piu’ urgente e cosa, invece, puo’ aspettare.