ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Turchia sul piede di guerra contro Cipro

Lettura in corso:

Turchia sul piede di guerra contro Cipro

Dimensioni di testo Aa Aa

Cipro ha cominciato le trivellazioni nel Mediterraneo e la Turchia lancia nuove minacce: avvierà perforazioni anch’essa, congiuntamente con Cipro Nord, entro una settimana, e farà scortare le operazioni dalle sue navi da guerra.

Atene, dal canto suo dichiara che starà al fianco della Repubblica di Cipro, nel caso la Turchia attaccasse l’isola.

“Il governo – riferisce il ministro cipriota Christos Christofidis – farà annunci sulle perforazioni quando lo riterrà opportuno. Responsibilità, basso profilo e discrezione sono fattori importanti, in particolare in questo momento critico.”

La tensione allontana la prospettiva di una riunificazione dell’isola, divisa tra un sud greco-cipriota e un nord filo-turco.

La Turchia definisce illegale l’iniziativa di Nicosia.

“Una zona economica esclusiva – sottolinea il ministro dell’energia Taner Yildiz – non è stata ancora determinata. Quindi con Israele o qualsiasi altro Stato, i greco-ciprioti non hanno il diritto di trattare autonomamente. Questa è una provocazione.”

La Turchia ha anche minacciato di sospendere le relazioni con l’Unione Europea se l’anno prossimo Bruxelles assegnerà a Cipro la presidenza di turno. Il veto posto da Cipro è una delle ragioni che hanno impedito finora l’ingresso di Ankara nell’Unione.