ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

In 60mila a Tokyo contro il nucleare, un parco eolico a Fukushima

Lettura in corso:

In 60mila a Tokyo contro il nucleare, un parco eolico a Fukushima

Dimensioni di testo Aa Aa

Stop all’energia nucleare in Giappone. La richiesta arriva da decine di migliaia di dimostranti che si sono dati appuntamento a Tokyo.

Si tratta della più grande mobilitazione dall’11 marzo scorso, quando uno tsunami distrusse la centrale di Fukushima Daiichi provocando una fuga radioattiva.

“Il governo deve dirci chiaramente quando ha intezione di interrompere il consumo dell’energia nucleare – dice Yasunari Fujimoto, leader della protesta – In questo modo tutti noi potremmo lavorare seriamente all’uso delle energie rinnovabili”.

Le autorità di polizia giapponesi hanno stimato la presenza di 20mila dimostranti tra le vie della capitale. 60 mila replicano gli organizzatori.

Un balletto di cifre che non distoglie l’attenzione dell’opinione pubblica sulle tematiche ambientali. Il disastro di Fukushima è già costato il posto al premier Naoto Kan e al ministro dell’Economia del nuovo governo.

Il primo ministro in carica, Yoshihiko Noda, ha annunciato che lo Stato definirà nel 2012 una nuova politica energetica a lungo termine. A Fukushima nascerà un parco eolico.