ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Libia: dopo sette mesi tornano da Malta i piloti ribelli

Lettura in corso:

Libia: dopo sette mesi tornano da Malta i piloti ribelli

Dimensioni di testo Aa Aa

Tra l’esultanza della folla tornano in Libia i due piloti fuggiti a Malta disobbedendo agli ordini di Gheddafi. Abdallah Salihine e Ali Al Rbati sono rientrati all’aeroporto internazionale di Tripoli dopo sette mesi. A febbraio avevano dirottato i loro caccia su La Valletta invece di sparare sui manifestanti a Bengasi.

“Continuerò a lavorare come pilota per proteggere e liberare la Libia e i cieli della Libia, non per assassinare i libici”, dice Ali Al Rbati. “Continuerò il mio lavoro addestrando la nuova generazione di piloti per proteggere la Libia e non per uccidere la sua popolazione”.

Torna a funzionare quasi normalmente il porto di Tripoli. Il traffico merci riprende e le autorità portuali affermano che il sito è sicuro. “L’85-90 per cento del porto è in attività”, dice Abdel Hakim al Ghazawi. “Potrete vederlo con i vostri occhi osservando il numero di navi che vengono scaricate e caricate. Tutto sta andando bene e al sicuro”.

Il porto è stato uno dei punti centrali della battaglia tra lealisti e ribelli, con combattimenti che a fine agosto hanno impedito a migliaia di stranieri di salpare per mettersi in salvo.