ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Libia, l'ONU accoglie il CNT e revoca alcuni sanzioni

Lettura in corso:

Libia, l'ONU accoglie il CNT e revoca alcuni sanzioni

Dimensioni di testo Aa Aa

L’ONU ammorbidisce le sanzioni contro la Libia e sostiene le nuove autorità di Tripoli. La risoluzione votata all’unanimità dal Consiglio di Sicurezza prevede anche l’invio di una missione delle Nazioni Unite per favorire la ricostruzione.

L’ambasciatore britannico all’Onu però spiega: “Abbiamo chiarito che continueremo a prendere tutte le iniziative necessarie per far rispettare le no fly zone e proteggere i civili finché sarà necessario. In questa risoluzione abbiamo anche espresso la nostra intenzione di revocare queste misure, se e quando sarà possibile, in accordo con le autorità libiche.”

Nel frattempo l’Assemblea Generale ha ammesso un rappresentante del CNT come nuovo ambasciatore libico all’Onu. Una decisione presa con 114 voti a favore, 17 contrari e 15 astensioni.

Le nuove autorità libiche hanno ricevuto anche il sostegno della Turchia, reso evidente dalla visita del premier Erdogan a Tripoli, dove ieri ha partecipato alla preghiera del venerdì e ha arringato la folla: “Avete dimostrato al mondo intero che nessun regime o sistema politico può sopravvivere contro la volontà del popolo libero.”

La visita di Erdogan serve soprattutto a discutere col CNT di come riprendere gli investimenti. Nel solo settore edile, prima della rivolta, aziende turche erano coinvolte in 214 progetti.