ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ecofin chiude prima per sfuggire a proteste di piazza

Lettura in corso:

Ecofin chiude prima per sfuggire a proteste di piazza

Dimensioni di testo Aa Aa

Il vertice dell’Ecofin allargato agli Stati Uniti non è riuscito ad avvicinare le due sponde dell’Atlantico, con Washington che chiede all’Europa di potenziare il fondo salva-stati e la Germania che frena.

A prendere le difese dell’Unione monetaria è stato il presidente della Bce, secondo il quale l’economia della zona euro gode di salute migliore rispetto a quella di altri paesi industrializzati: “Alla fine di quest’anno – ha detto Jean Claude Trichet – avremo probabilmente un deficit del 4,5% del Pil, mentre in altre grandi economie si aggirerà intorno al 10%, e anche il livello del nostro debito è inferiore”.

A dividere i paesi europei è anche la proposta di istituire una tassa sulle transazioni finanziarie. Il commissario europeo agli affari interni, Michel Barnier: “Tra alcune settimane – ha dichiarato – la Commissione europea presenterà una proposta per introdurre una tassa sulle transazioni finanziarie. Si tratterebbe di una misura tecnicamente facile da adottare, a mio avviso praticabile, economicamente sopportabile e politicamente giusta”.

Il vertice di Breslavia, in Polonia, è stato interrotto in anticipo di un’ora per dare modo ai partecipanti di defluire prima dell’inizio di una manifestazione di protesta contro le misure di austerità. La mobilitazione è stata indetta dai sindacati europei.