ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ecofin: divergenze tra Unione europea e Stati Uniti

Lettura in corso:

Ecofin: divergenze tra Unione europea e Stati Uniti

Dimensioni di testo Aa Aa

Nessuna novità clamorosa dalla prima giornata del vertice dell’Ecofin che si è aperto a Breslavia, in Polonia. A tre anni esatti dal crollo di Lehman Brothers, l’obiettivo è evitare il default di Atene che potrebbe avere conseguenze pesantissime su tutta l’area euro. Ma in questo senso non sembrano esserci stati passi in avanti. In agenda anche la difficile situazione italiana.

“La discussione tra Stati Uniti ed Ecofin – dice il ministro delle finanze polacco – è stata lunga, abbiamo parlato di prospettive e di una sempre maggiore integrazione in seno all’Unione europea e particolarmente nella zona euro, al fine di creare le migliori condizioni per mettere in sicurezza le nostre economie, senza che questo dia vita a un’Europa economica a due velocità”.

All’Ecofin, per la prima volta, quasi a sottolineare la gravità della situazione, è presente anche il segretario del Tesoro statunitense Timothy Geithner. E proprio tra Washington e Unione europea sono emerse importanti divergenze.

La Germania rifiuta di impegnare altri fondi pubblici a sostegno della zona euro, così come chiedono gli Stati Uniti. A sua volta Geithner ha escluso una tassa sulle transizioni finanziarie.