ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

UBS: un miliardo e mezzo in fumo, arrestato trader

Lettura in corso:

UBS: un miliardo e mezzo in fumo, arrestato trader

Dimensioni di testo Aa Aa

Un semplice click di un trader fa perdere a UBS quasi un miliardo e mezzo di euro, e manda di nuovo in crisi il colosso svizzero. Arrestato nel cuore della City, a Londra, con l’accusa di frode, Kweku Adoboli, 31 anni, ghanese, deve rispondere per una serie di operazioni non autorizzate, che infliggono un altro duro colpo a UBS, dopo lo scandalo dei conti offshore:

“Gli organi regolatori possono fare poco – dice Peter Thal Larsen, esperto del settore bancario -. Se nemmeno UBS sa quello che avviene, allora sarà impossibile per i regolatori capire quello che succede”.

Il caso ha clamorosi precedenti, dal britannico Nick Leeson che condannò alla chiusura nel 1995 la Barings Bank, al francese Jerome Kerviel, che ha quasi messo in ginocchio la Societe Generale. UBS ha assicurato che le posizioni dei suoi clienti non saranno penalizzate, ma le trimestrali del gruppo sono già a rischio.